Appunti per Scuola e Università
Umanistiche
Appunti e tesine di tutte le materie per gli studenti delle scuole medie riguardanti le materie umanistiche: dall'italiano alla storia riguardanti le materie umanistiche: dall'italiano alla storia 
Scientifiche
Appunti, analisi, compresione per le scuole medie suddivisi per materie scientifiche, per ognuna troverai appunti, dispense, esercitazioni, tesi e riassunti in download.
Tecniche
Gli appunti, le tesine e riassunti di tecnica amministrativa, ingegneria tecnico, costruzione. Tutti gli appunti di AppuntiMania.com gratis!
Appunti
universita
AmministratoriArcheologiaCommoditiesContabilitaDiritto
Finanza bancheGeologiaGestioneIdrologiaMarketing
MedicinaMeteorologiaMusicaRicercheScienze politiche
SilvicolturaTurismo


AppuntiMania.com » Universita » Appunti di Ricerche » Il lancio del peso

Il lancio del peso




Visite: 788Gradito: [ Picolo appunti ]
Leggi anche appunti:

Il jazz


IL JAZZ L’etimologia della parola jazz è sconosciuta, è dovuta al grande Dizzy

La filosofia riconducibile al decadentismo f. w. nietzsche


LA FILOSOFIA RICONDUCIBILE AL DECADENTISMO F. W. Nietzsche Friedrich

Il virus Ebola


Il virus Ebola  Le origini. Il virus Ebola prende il nome dal fiume Ebola,



Scarica gratis Il lancio del peso

IL LANCIO DEL PESO


La prima gara che di questa specialità risale al lontano 1866, durante i campionati britannici, e, dalle sue origini fino al 1947 fu la specialità riservata ai mastodonti e ai forzuti, che ben poco avevano d'atletico. Gli stili utilizzati si possono riassumere in una partenza di fianco o di fronte al settore di lancio, in un saltello per raggiungere un piazzamento stabile e da questo avveniva il lancio. Un primo progresso si ebbe con un movimento a catapulta. Successivamente Parry O'Brien inventò la partenza dorsale che permette di ampliare la pedana nel rispetto del regolamento tecnico. Questa tecnica gli permise di migliorare per ben nove volte il primato mondiale da mt. 18 a mt. 19,30, e rappresenta la modalità d'esecuzione del getto del peso che ancora oggi viene utilizzata, che ha permesso poi ad altri atleti di raggiungere misure sempre migliori, fino ai mt. 22,62, attuale primato del mondo.




La specialità, apparentemente semplice, è da ritenere tra le più complesse poiché l'atleta, senza alcun artificio (azioni rotatorie o lunga rincorsa) e da una pedana limitatissima (diametro mt. 2,135) deve far viaggiare un pesante attrezzo (palla di ferro di kg. 7,260) alla massima velocità e con movimento rettilineo. Eventuali azioni che alterino la rettilineità del movimento diminuiscono la velocità d'uscita.

Sono elementi determinanti un buon lancio:

  1. La velocità d'uscita dell'attrezzo;
  2. L'angolo di proiezione dell'attrezzo (è considerato un angolo ottimale quello compreso fra i 40°-42°);
  3. La traiettoria rettilinea dell'attrezzo in fase di rincorsa (traslocazione);
  4. L'altezza del rilascio dell'attrezzo.

Tecnica del getto del peso

Nella sua esecuzione, questa specialità si realizza in tempi brevissimi e disponendo di una rincorsa cortissima; pertanto è necessario una particolare coordinazione neuro-muscolare ed un'alta capacità di concentrazione nervosa.

L'esercizio, è divisibile in cinque fasi:

  1. Posizione di partenza;
  2. Preliminare;
  3. Traslocazione (o rincorsa);
  4. Posizione di lancio (o doppio appoggio);
  5. Finale.

Nella descrizione d'ogni singola parte consideriamo un atleta che lancia di destro applicando lo stile O'Brian con partenza 'dorsale'.

La partenza dorsale permette all'atleta di partire con la palla di ferro fuori dalla pedana, e di usufruire di uno spazio maggiore per incrementare la velocità dell'attrezzo. L'atleta, dalla posizione di partenza, si avvia con un movimento detto preliminare, si velocizza nella traslocazione e arriva in posizione di lancio dove conclude aggiungendo un ulteriore impulso nel finale.


Posizione di partenza

L'atleta si dispone all'estremità posteriore della pedana con il dorso orientato nella direzione di lancio; l'attrezzo appoggia sulla base delle dita, il dorso della mano, flessa al polso, appoggia sulla clavicola. La spalla destra è leggermente più bassa della sinistra, e il busto è in leggera torsione a destra. L'arto inferiore destro è leggermente piegato al ginocchio per un migliore equilibrio. L'arto inferiore sinistro è scarico e leggermente piegato, e appoggia con la punta del piede. Il braccio sinistro allungato in avanti e in alto ha funzione d'equilibrio.


Preliminare

L'atleta inclina il busto in avanti e solleva all'indietro la gamba sinistra leggermente flessa; così si crea una situazione d'equilibrio, infatti, la gamba destra sostiene il corpo dell'atleta. A questo punto l'atleta carica la gamba destra (la piega), raccoglie la gamba sinistra che flessa al ginocchio si avvicina alla gamba destra, il busto si abbassa e il gomito destro si avvicina al ginocchio.




Traslocazione

L'atleta, dalla posizione raccolta del preliminare, trasloca velocemente lungo il diametro della pedana, mediante la distensione della gamba sinistra ed una forte spinta della destra, per giungere nella posizione di lancio. Il piede destro si sposta radente alla pedana fino a raggiungere il centro di essa. Il piede sinistro poi si dirige verso il fermapiedi. Inoltre il busto mantiene la torsione iniziale verso destra.


Posizione di lancio

Il piede destro è al centro della pedana ruotato di circa 45° rispetto la posizione iniziale, mentre il piede sinistro è vicinissimo al fermapiedi con la punta rivolta quasi in avanti. L'arto inferiore destro è più caricato del sinistro. Il busto è leggermente flesso e molto torto a destra.


Finale o lancio

L'arto inferiore destro spinge provocando l'avanzamento e l'innalzamento del bacino; il busto si associa alle gambe e porta in quota l'attrezzo. L'arto superiore destro, a gomito in fuori, inizia la distensione mentre il peso del corpo dell'atleta si trasferisce sulla gamba sinistra, che da leggermente piegata si distende energicamente. Successivamente il complesso spalla-braccio completa la distensione, e la mano frusta violentemente la palla di ferro per imprimerle la massima velocità nel momento del rilascio. Effettuando il lancio, l'atleta toglie il piede sinistro da terra per ricadere su quello destro, questo movimento è denominato cambio ed è utile per non uscire dalla pedana.



LANCIO DEL PESO CON ROTAZIONE

Da alcuni anni è venuta alla ribalta dell'atletica leggera il lancio del peso con la rotazione. Esso consiste nello sfruttare la forza centrifuga derivante da una traiettoria semicircolare. Nonostante i risultati tecnici veramente notevoli, limitatissima è l'applicazione degli atleti alla specialità.


La tecnica

Il lanciatore di peso che attua la tecnica rotatoria assume una posizione di partenza con la schiena rivolta alla direzione del lancio, e le gambe divaricate all'altezza delle spalle.

Considerando un lanciatore che lancia con il braccio destro, esso esegue una torsione del busto verso destra, caricando quindi la gamba destra; A questo punto inverte il movimento e quindi ha inizio il movimento di rotazione. Il piede sinistro che fa da perno inizia a ruotare verso l'esterno mentre il  piede destro origina la rotazione (motore). Esaurita la spinta la gamba destra si muove con ampia traiettoria verso il centro della pedana. Quando l'atleta è rivolto in direzione del settore, il piede sinistro effettua una spinta in avanti che provoca una fase di volo (traslocazione). L'atleta giunge al centro della pedana sulla gamba destra piegata, il capo ed il busto sono inclinati in avanti. Il piede sinistro appoggia vicino il fermapiede e la gamba sinistra è distesa. A questo punto avviene il finale, infatti ora è necessario trasformare la rotazione in movimento rettilineo.


Conclusioni

Le tecniche esaminate (O'Brien e Rotatoria) si differenziano essenzialmente nella prima fase di accelerazione.

La rotatoria richiede una notevole destrezza, una serie di allenamenti sistematici e una maggiore applicazione da parte dell'atleta.

Scarica gratis Il lancio del peso
Appunti su: getto del peso 1866,










Accedi al tuo account
Scarica 100% gratis e Invia appunti, tesine, riassunti

Registrati ora Password dimenticata?
  • Appunti superiori
  • In questa sezione troverai sunti esame, dispense, appunti universitari, esercitazioni e tesi, suddivisi per le principali facoltà.
  • Università
  • Appunti, dispense, esercitazioni, riassunti direttamente dalla tua aula Universitaria
  • all'Informatica
  • Introduzione all'Informatica, Information and Comunication Tecnology, componenti del computer, software, hardware ...

Appunti Ingegneria tecnico Ingegneria tecnico
Tesine Economia Economia