Appunti per Scuola e Università
Umanistiche
Appunti e tesine di tutte le materie per gli studenti delle scuole medie riguardanti le materie umanistiche: dall'italiano alla storia riguardanti le materie umanistiche: dall'italiano alla storia 
Scientifiche
Appunti, analisi, compresione per le scuole medie suddivisi per materie scientifiche, per ognuna troverai appunti, dispense, esercitazioni, tesi e riassunti in download.
Tecniche
Gli appunti, le tesine e riassunti di tecnica amministrativa, ingegneria tecnico, costruzione. Tutti gli appunti di AppuntiMania.com gratis!
Appunti
umanistiche
Bambini Comunicazione Comunicazioni Ecologia ambiente Educazione pedagogia
Etica moralita Francese Gioco Grammatica Inglese
Latino Letteratura italiano Personalita Portoghese Risorse umane
Sociologia Spagnolo Storia Tedesco


AppuntiMania.com » Umanistiche » Appunti di Storia » 1876-1918

1876-1918




Visite: 629Gradito: [ Medio appunti ]
Leggi anche appunti:

Tesina Pluridisciplinare - La Rivoluzione Russa


Tesina Pluridisciplinare     La Rivoluzione Russa       INDICE -STORIA

La Rivoluzione Francese


La Rivoluzione Francese 1.     INTRODUZIONE  Rivoluzione francese Insieme

Il Mille e Settecento


Il Mille e  Settecento Situazione europea Popolazione aumento demografico



Scarica gratis 1876-1918

    1876: il re V.E. chiama AGOSTINO DEPRETIS alla presidenza del consiglio.



Depretis era un ex-mazziniano passato dalla parte dei moderati, leader della sinistra liberale di opposizione

 


1876 - 1887 DEPRETIS

  il nuovo governo è formato da personaggi + aperti e

          distaccati dalla visione liberal-conservatrice degli

          eredi di Cavour

  la base elettorale si sposta al sud, dove la classe dirigente inizia a interessarsi alla vita parlamentare.


POLITICA INTERNA

    1887: legge Coppino

    istituito il primo sistema di istruzione elementare obbligatoria, attuato soltanto parzialmente per la mancanza di soldi e per l'opposizione di alcune giunte comunali.

    L'analfabetismo decrebbe dal 70% al 50%.

    1882: riforma elettorale

    possono votare tutti i maggiorenni che sappiano leggere e scrivere

    viene allargato il diritto di voto: gli elettori passano da 6*105 a 25*105

    operai nullatenenti, analfabeti e contadini rimangono esclusi

    piccoli borghesi, alcuni operai e artigiani entrano a far parte degli aventi diritto

    Andrea Costa entra a far parte del parlamento

    Inizia l'epoca del TRASFORMISMO

Depretis voleva che moderati e conservatori si trasformassero cioè che diventassero progressisti, facendo così cadere la barriere ideologiche tra destra e sinistra.

Con il termine 'trasformismo' si intendeva un sistema in cui esisteva un grande 'centro' che riceveva contributi da dx e sx e che tendeva a emarginare le ali estreme, MA presto si rilevò sinonimo di compromesso e patteggiamento, di corruzione

 


POLITICA ECONOMICA

    1880:

    imposta sui consumi

    aumento della spesa pubblica per coprire esigenze militari T deficit nel bilancio statale

    crisi agraria T abbassamento prezzi T calo produzione T flussi migratori dalla campagna alla 

                                                                                                     città

    abolizione dell'imposta sul macinato 1884

    viene attuato il protezionismo T 1887 introdotta una tariffa doganale x proteggere i settori siderurgico, laniero, cotoniero e zuccheriero

    agricoltura + introduzione dazi = rialzo prezzi cereali

POLITICA ESTERA

    1882: Triplice Alleanza con la Germania , l'Austria e l'Ungheria T rinuncia del Trentino e del Friuli                                                                                                                                                                                                                                ß                                                                                                                           proteste dei nazionalisti


POLITICA COLONIALE

    1882: la compagnia di navigazione 'Rubattino' cede la proprietà all'Italia della Baia di Assab nel Mar Rosso

    1885: occupazione di Massaua

    1887: sconfitta truppe italiane a Dogali in Etiopia

1887 MUORE DEPRETIS

MOVIMENTO OPERAIO

    1877 - gli anarchici promossero un moto insurrezionale, represso in breve T bisogno di elaborare

                                                                                                                                 un programma

                                                                                                                                 concreto dando vita a

                                                                                                                                 un partito

    1881 - fondazione del Partito socialista rivoluzionario in Romagna

    1882 - fondazione del Partito operaio italiano T federaz. di associazioni operaie milanesi, classista

    1887 - 1893 - nascita di federazioni di mestiere e camere del lavoro

    1892 - 1895 - Filippo Turati fonda il Partito socialista italiano

1.      affermazione dell'autonomia del movimento operaio dalla democrazia borghese

2.      rifiuto dell'insurrezionismo anarchico

3.      riconoscimento dell'aumento salariale

4.      socializzazione dei mezzi produzione

5.      associazioni di varia natura

 


    cattolici = rifiuto dello stato uscito dal risorgimento, non riconoscono la legittimità delle istituzioni unitarie

    1874 - il papa formula il non-expedit (vieta ai cattolici di partecipare alla vita sociale)

    i cattolici organizzano un'opposizione = Opera dei Congressi (mirava alla difesa della posizione

                                                                                                         papale)

   1878 - permette la partecipazione politica e l'associazione dei lavoratori

   sviluppo delle società di mutuo soccorso, che peseranno molto sulla vita politico - sociale del paese

   i cattolici cominciano a intimorire la Sinistra che tenta una conciliazione, condotta dal ministro degli interni Crispi, ma fallì sulla questione della sovranità su Roma


1887 LA DEMOCRAZIA AUTORITARIA DI FRANCESCO CRISPI



Ex-mazziano divenuto monarchico. La sua politica fu autoritaria all'interno ed espansionistica all'esterno.

Promesse su un governo + autoritario ed efficiente = impronta 'bismarckiana'.

Opera di riorganizzazione dell'apparato statale

 


I governo 1887 - 1891

RIFORMA AMMINISTRATIVA

    1888: legge comunale e provinciale allargava il diritto di voto x le elezioni amministrative

    1889: codice Zanardelli nuovo codice penale:abolita la pena di morte,non negava il diritto di sciopero

    1889: legge di pubblica sicurezza poneva limiti alla libertà sindacale e lascia alla polizia ampi poteri

POLITICA ESTERA

    affermazione dell'Italia come potenza anke nel settore coloniale

    rafforzamento della T.A., consolidamento dei legami con l'impero tedesco

    inasprimento dei rapporti italo - francesi T guerra doganale

POLITICA COLONIALE

    1889: conquista della Somalia italiana

    1890: fondazione della colonia Eritrea

dimissione di Crispi in quanto l'impresa era troppo costosa x il bilancio in un momento di crisi economica

II governo 1893 - 1896

Crisi economica

Scandali bancari = Giolitti

Intensificazione delle agitazioni in Sicilia

 


POLITICA ECONOMICA


    inasprimento fiscale

    riorganizzazione bancaria con l'istituzione        RISANAMENTO DEL BILANCIO

      della Banca d'Italia

POLITICA INTERNA

    1894: proclamo dello stato d'assedio in Sicilia = repressione militare

    repressione poliziesca contro circoli, leghe, e giornali facenti capo al Partito Socialista

    1894: azione repressiva organica = leggi limitative della liberà di stampa e di associazione

      ß

                                                                 leggi <<ANTIANARCHICHE>> = obbiettivo principale il

                                                                            Partito Socialista che fu dichiarato fuori legge

POLITICA COLONIALE

    ripresa politica coloniale

    reazione degli abissini guerra tra Italia e Etiopia

    1896: sconfitta di Adua

    Dimissione definitiva di Crispi

1892: GIOLITTI AL GOVERNO

l’epoca giolittiana vera e propria sarà quella dal 1903 al 1913

 
Giolitti aveva una concezione della politica più aperta a

progressista di quella di Crispi, cosa che venne dimostrata

in occasione di una rivolta in Sicilia da parte dei Fasci

dai lavoratori. Giolitti non soppresse con la forza le

insurrezioni, ma cercò solo di sorvegliarle e contenerle, aspettando che si ridimensionassero da sole.

1892: nasce il partito socialista italiano, sotto la guida di personaggi come F. Turati, A. Kuliscioff, A. Labriola.

1893: SCANDALO DELLA BANCA ROMANA: GIOLITTI CADE…

la Banca Romana emise una quantità di denaro superiore a quella consentita per le sue attività speculative, soprattutto nel settore edilizio

 
                                                         …e rientra Crispi. Questo rientro è da interpretare come la volontà di un      

                                                                                        governo autoritario in grado di annullare i movimenti di                                                                                     protesta e le opposizioni.

                                                         … e riesce Crispi definitivamente dal governo

crisi di fine secolo: 1898 (strage di Milano) – 1900 (Assassinio di Umberto I)

La folla si ribellò contro l’aumento del prezzo del pane, e il generale Beccaris sparò sulla folla

 
                                                                          Dopo la strage di Milano l’Italia si orientò verso un regime 

                                                                          autoritario. Già Sonnino aveva scritto l’anno precedente

                                                                          “torniamo allo statuto”, sostenendo che il parlamento doveva

                                                                          perdere il potere acquistato dai tempi di Cavour, e che il Re

                                                                          doveva tornare a decidere.

Luigi Pelloux, il generale primo ministro, propose una serie di riforme volte a limitare le libertà fondamentali (di stampa, di associazione, ecc.), ma venne ostacolato dell’ostruzionismo della Sinistra.

Nel 1900 vennero indette le elezioni anticipate, e la destra venne sconfitta dai seguaci di Giolitti e Zanardelli e dai socialisti.

Dopo l’assassinio di Umberto I venne nominato Re d’Italia Vittorio Emanuele III.

1901 - 1903 IL GOVERNO ZANARDELLI - GIOLITTI

    1901: alla guida del governo viene posto ZANARDELLI che affida il Ministero degli Interni a GIOLITTI

RIFORME INTERNE

    estese le norme che limitavano il lavoro minorile e femminile nell'industria

    costituito il Consiglio Superiore del Lavoro, organo consultivo x la legislazione sociale

    migliorata la legislazione relativa alle assicurazioni x la vecchiaia e x gli infortuni sul lavoro

    legge che autorizzava i comuni all'esercizio diretto di servizi pubblici (municipalizzazione)

Giolitti mantenne una neutralità nelle vertenze di lavoro purché non degenerassero:

T    rapido sviluppo delle organizzazioni sindacali, operaie e contadine

T    si ricostruirono le Camere del Lavoro

T    Federterra = associazione di braccianti e mezzadri

T    brusca impennata degli scioperi

T    spinta al rialzo dei salari

T    generale sviluppo economica del paese

DECOLLO INDUSTRIALE E QUESTIONE MERIDIONALE

T    moderna industria siderurgica

T    nuovi istituti di credito

T    industria cotoniera e zuccheriera, settori del chimico  e automobilistico, industria elettrica

T    aumento del reddito pro-capite

Il Mezzogiorno contribuì in larga scale al fenomeno migratorio T squilibrio territoriale

1903 - 1914 I GOVERNI GIOLITTI




T    1903 dimissioni di Zanardelli

T    'dittatura parlamentare' di Giolitti

TRATTI CARATTERISTICI

1.      Sostegno costante alle forze più moderne della società italiana

2.      Allargare l'intervento dello Stato x correggere squilibri sociali

3.      Condurre nell'orbita del sistema liberale gruppi fino a poco prima considerati nemici delle istituzioni

 

LIMITI DEL SISTEMA GIOLITTIANO

1.      Linea politica di stampo sostanzialmente ottocentesco

2.      Perpetrazione dei vecchi sistemi trasformistici

3.      Intervento costante e spregiudicato del governo nelle lotte elettorali

 


I CIRITICI DEL GIOLITTISMO

    socialisti rivoluzionari e cattolici democratici = opera di corruzione all'interno dei rispettivi movimenti

    liberali - conservatori (Sidney Sonnino) = attentare alle tradizioni risorgimentali

    meridionalisti (Gaetano Salvemini) = malcostume politico nelle regioni del Sud ; 'Min. della Malavita'

LE RIFORME DI GIOLITTI

T    1904: leggi speciali - x incoraggiare lo sviluppo industriale e la modernizzazione dell'agricoltura

T    statizzazione delle ferrovie

T    1912: monopolio statale delle assicurazioni sulla vita - i proventi serviranno a finanziare il fondo x le pensioni di invalidità e anzianità

T    1912: estensione del diritto di voto a tutti i cittadini maschi che avessero compiuto 30 anni e a tutti i maggiorenni che sapessero leggere e scrivere o avessero prestato servizio militare

POLITICA ESTERA

La politica etera subì una correzione di rotta dal governo Crispi:

T    attenuata la linea filotetedesca

T    miglioramento rapporti con la Francia

T    1902: l'Italia ottiene il riconoscimento del diritto di priorità sulla Libia in cambio del Marocco alla Francia

T    contrasto con gli alleati della Triplice

T    1908: l'Austria annette la Bosnia e l'Erzegovina senza consultare l'Italia

T    risentimenti nell'opinione pubblica

T    1910: Associazione Nazionalista Italiana - movimento nazionalista che fa pressioni x la conquista della Libia

T    1911: guerra italo-turca - vittoria italiana conclusa nel

T    1912: Pace di Losanna

T    ricchezze della Libia inesistenti

T    danno all'equilibrio del sistema giolittiano e rafforzamento ali estreme

1914 Giolitti rassegna le dimissioni a favore di Salandra sperando in un rapido logoramento della situazione e quindi in un suo richiamo al potere

T    la guerra in Libia aveva radicalizzato i contrasti politici: deterioramento dell'economia e inasprimento tensioni sociali

T    Giugno 1914: SETTIMANA ROSSA scioperi in tutto il paese

T    FINE DEL GIOLITTISMO

 


1914 - 1918 LA PRIMA GUERRA MONDIALE

è    28 giugno 1914: attentato a Francesco Ferdinando da parte di uno studente bosniaco a Sarajevo

            ß

                                                                                                  organizzazione irredentista

LA 'GUERRA' DEGLI ULTIMATUM

Austria T ultimatum alla Serbia

Russia T assicura sostegno alla Serbia, alleata nei Balcani

Austria T risposta insufficiente all'ultimatum = guerra alla Serbia

Russia T mobilitazione delle forze armate

                                    ß

                viene interpretato come atto di

                    ostilità dalla Germania

Germania T ultimatum alla Russia x sospensione dei preparativi

Russia T nessuna risposta all'ultimatum

Germania T guerra alla Russia

Francia T legata alla Russia da trattato segreto, mobilita le forze armate

Germania T dichiarazione di guerra alla Francia

La Germania soffriva da tempo di un

'complesso da accerchiamento',

sentendosi 'costretta' tra potenze quali

la Francia e la  Russia e ritenendosi

soffocata nelle sue ambizioni internazionali

 


L'INVASIONE BELGA

è    La riuscita del piano si basava sulla rapidità dell'attacco alla Francia

T    Truppe tedesche passano attraverso il Belgio

T    4 ago.: Invasione del Belgio x attaccare la Francia da N-E

T    L'opinione europea viene scossa x la violazione di neutralità _ INGHILTERRRA

T    5 ago.: l'Inghilterra dichiara guerra alla Germania

T    l'intervento della GB rappresentò il primo ostacolo x la Garmania

TUTTI I GOVERNI SOTTOVALUTARONO LA GRAVITA' DELLO SCONTRO

L'ATTACCO ALLA FRANCIA

T    i tedeschi dilagano nel N-E della Francia e si arrestano lungo il corso della Marna

T    sconfitta dei russi a oriente nelle battaglie di Tannenberg e dei Laghi Masuri

T    riorganizzazione dell'esercito francese

T    6 set.: contrattacco francese che costrinse i tedeschi ad arretrare


            SITUAZIONE DI STALLO

GUERRA DI MOVIMENTO



·       manovra offensiva

·       spostamento rapido di ingenti masse di uomini

·       pochi scontri

GUERRA DI LOGORAMENTO

·       schieramenti praticamente immobili

·       serie di attacchi sterili e sanguinosi

·       lunghi periodi di stasi

ALLARGAMENTO DEL CONFLITTO

SCHIERAMENTO FILOEUROPEO

BLOCCO INTESA

SCHIERAMENTO FILOTEDESCO

BLOCCO IMPERI CENTRALI

·       Francia - 1914 -

·       Russia - 1914 -

·       Gran Bretagna - 1914 -

·       Giappone - 1914 -

·       Italia - 1915 -

·       Portogallo - 1916 -

·       Grecia - 1917 -

·       Stati Uniti - 1917 -

·       Germania - 1914 -

·       Austria-Ungheria - 1914 -

·       Impero Ottomano - 1914 -

·       Bulgaria - 1915 -

GUERRA MONDIALE

L'ITALIA DALLA NEUTRALITA' ALL'INTERVENTO

T    1914: Salandra (capo governo) dichiara la neutralità dell'Italia giustificata dal carattere difensivo della TA

T    popolazione sentimenti antiaustriaci = ipotesi di un intervento contro l'Austria x ottenere Trento e Trieste

FAVOREVOLI

NEUTRALI

CONTRARI

·       repubblicani

·       radicali e socialriformisti

·       associazioni irredentiste

·       socialisti rivoluzionari

·       nazionalisti ! con gli imperi !

·       giolittiani - l'Italia avrebbe ottenuto i territori rivendicati come compenso per la neutralità

·       cattolici - preoccupazione x una guerra contro l'Austria cattolica a favore della Francia repubblicana e anticlericale

Il neutralismo era in forte prevalenza , ma non costituivano uno schieramento omogeneo.

Il fronte interventista era però unito da un obiettivo preciso, la guerra contro l'Austria.

T    Salandra e Sonnino stringono contatti segreti con l'Intesa

T    1915: Patto di Londra - Salandra + Sonnino + Re si uniscono all'Intesa e ottengono le terre irridente in caso di vittoria

T    20 maggio1915: votazione per l'entrata in guerra

T    23 maggio 1915: dichiarazione guerra all'Austria

T    1915: le truppe di Cadorna sferrano 4 offensive sull'Isonzo senza successo

T    1916: strafexpedition - l'Austria tenta di sorprendere l'Italia con un attacco successivamente respinto

T    stanchezza delle truppe italiane

T    24 ott. 1917: attacco alle linee italiane e presa di Caporetto

T    l'esercito italiano si arresta sul Piave e Cadorna viene sostituito con Armando Diaz

T    1918: gli austriaci tentano il colpo decisivo ma respinti

T    24 ott. 1918 - Battaglia di Vittorio Veneto: gli austriaci vengono sconfitti e firmano l'armistizio il 3 nov.

…INTANTO IN EUROPA

T    sul fronte francese prosegue la stai per tutto il 1915

T    i russi sono costretti ad abbandonare buona parte della Polonia e la Serbia viene invasa e cancellata

T    1916: attacco tedesco a Verdun - controffensiva inglese

T    1916: i russi contrattaccano e recuperano molti dei territori perduti

T    la Romania interviene ma viene annientata

T    gli inglesi attuano un ferreo 'blocco navale' a sfavore degli imperi centrali

T    1916: battaglia dello Jutland - la flotta tedesca contro quella inglese ma perde

T    1917: la Russia esce dalla guerra

T    1918:sfondamento tedesco fino a raggiungere di nuovo la Marna

T    attacco tedesco bloccato dagli anglo-francesi e dagli statunitensi

T    8-11 agosto 1918 Battaglia di Amiens: i tedeschi vengono sconfitti sul fronte occidentale

I TRATTATI DI PACE

28 giugno 1919 Trattato di Versailles :

T    FRANCIA: ottiene l'Alsazia e la Lorena

T    GERMANIA: perde le colonie, paga una grossa indennità di guerra, deve abolire il servizio di leva, rinuncia alla marina da guerra e riduce l'esercito

T    AUSTRIA: diventa una repubblica e perde molti territori che diventano indipendenti: Cecoslovacchia, Polonia, Jugoslavia, Repubbliche Baltiche

Scarica gratis 1876-1918
Appunti su:







Accedi al tuo account
Scarica 100% gratis e Invia appunti, tesine, riassunti

Registrati ora Password dimenticata?
  • Appunti superiori
  • In questa sezione troverai sunti esame, dispense, appunti universitari, esercitazioni e tesi, suddivisi per le principali facoltà.
  • Università
  • Appunti, dispense, esercitazioni, riassunti direttamente dalla tua aula Universitaria
  • all'Informatica
  • Introduzione all'Informatica, Information and Comunication Tecnology, componenti del computer, software, hardware ...

Appunti Aeronautica Aeronautica
Tesine Architettura Architettura
Lezioni Astronomia cosmologia Astronomia cosmologia