Appunti per Scuola e Università
Umanistiche
Appunti e tesine di tutte le materie per gli studenti delle scuole medie riguardanti le materie umanistiche: dall'italiano alla storia riguardanti le materie umanistiche: dall'italiano alla storia 
Scientifiche
Appunti, analisi, compresione per le scuole medie suddivisi per materie scientifiche, per ognuna troverai appunti, dispense, esercitazioni, tesi e riassunti in download.
Tecniche
Gli appunti, le tesine e riassunti di tecnica amministrativa, ingegneria tecnico, costruzione. Tutti gli appunti di AppuntiMania.com gratis!
Appunti
tecniche
AeronauticaAgricoltura agrariaArchitetturaAutomobileCostruzione
Demografia urbanisticaElettronica elettricitaForensicsIngegneria tecnicoVela


AppuntiMania.com » Tecniche » Appunti di costruzione » Relazione tecnica illustrativa - Costruzione di un nuovo edificio a destinazione abitativa con annesso studio medico pediatrico

Relazione tecnica illustrativa - Costruzione di un nuovo edificio a destinazione abitativa con annesso studio medico pediatrico




Visite: 1950Gradito: [ Medio appunti ]
Leggi anche appunti:

Area di progetto: campeggio


COMUNE DI SETTIMO TORINESE Provincia di Torino RELAZIONE DESCRITTIVA AREA DI

Calcestruzzo


Oggi cominciamo a fare il calcestruzzo… no il calcestruzzo che sanno fare tutti..

Un materiale da costruzione: il legno


UN MATERIALE DA COSTRUZIONE: IL LEGNO 1.     caratteristiche 2.     tipi



Scarica gratis Relazione tecnica illustrativa - Costruzione di un nuovo edificio a destinazione abitativa con annesso studio medico pediatrico

Relazione tecnica

illustrativa






Progetto: Costruzione di un nuovo edificio a destinazione abitativa     con annesso studio medico pediatrico















Posizionamento

Il lotto di terreno è ubicato nel comune di Vigevano (PV).Confina ad Est con il Corso Argentina a Nord con una strada di cui è già prevista la realizzazione secondo il nuovo Piano Regolatore Generale (P.RG.) e a Ovest e a Sud  con due proprietà private.

L’area censita nel nuovo Catasto Terreni (N.C.T.) nel foglio 36, di forma triangolare, è formata da due particelle: la part. 93, di superficie 648 mq, che sarà utilizzata per la nuova costruzione e la part. 92 A, di superficie 167 mq utilizzata come zona di parcheggio.


Dati Urbanistici

Secondo l’assetto urbanistico il terreno è incluso nella zona di Città Consolidata che rimanda all’articolo 26.04 del nuovo P.R.G. in cui vengono elencati i seguenti dati:


Tessuto aperto a medio – bassa densità:

  • Indice di edificabilità fondiaria Ef: 0,50 mq/mq
  • Indice di fabbricabilità: 1,5mc/mq
  • Indice di permeabilità Ip: 40%
  • Altezza massima H: 9,5

L’intero lotto è pervenuto al committente mediante commissione della Prof. Simona Ippoliti, in Vigevano, in data 15/09/2006, n. 6949 del Rep., n.1615 della Raccolta, trascritto in data 20/09/2006, in Vigevano, allegato agli elaborati di progetto.

I confini sono così disposti:

  • a NORD sede stradale di Via Col di Lana (ancora da realizzare);
  • a SUD proprietà privata;
  • a OVEST proprietà privata;
  • a EST sede stradale di Viale Argentina.

In relazione a vincoli esposti dal P.R.G. locale, le distanze da rispettare sono le seguenti:

  • distanza dalla sede stradale di Viale Argentina pari a 5 m;
  • distanza dalla proprietà privata pari a 5 m;
  • distanza dalla sede stradale di Via Col di Lana pari a 0 m per mantenere l’allineamento delle costruzioni preesistenti.

Rilevamento

La misurazione del terreno è stata fatta attraverso il rilievo celerimetrico,

Lo strumento utilizzato è la Stazione totale Ggeotronics Geodimeter System 600 (caratteristiche: teodolite s.q.u. angolare 5cc, misura diretta con un prisma sino a 5 km, precisione ± 3mm ± 3 mm con d distanza in km).

Lo schema del rilievo è iperdeterminato, basato su una poligonale aperta ma ipervincolata sia sui PP. FF. sia su punti intermedi come spigoli di fabbricati (es. punto 202).

I PP.FF si sono riscoperti nella loro posizione corretta.

Le superfici da stralciare sono state rilevate per intero secondo le disposizioni della circolare 2/88 (nuove procedure per il trattamento automatizzato degli aggiornamenti cartografici).

Come fornito dagli allegati all’interno del lotto “AAA” si trova un basso fabbricato già censito, per cui il lotto rimarrà al Catasto fabbricati.

Il lotto “BBB” sarà occupato dalla nuova strada.

Il lotto “CCC” resterà invece al  Catasto Terreni intestato agli attuali proprietari.



Stato delle Opere e Progetto previsto

Attualmente l’edificio risulta essere in fase di progettazione.

Come richiesto varrà realizzato un edificio abitativo, con spazio verde, e un ambulatorio pediatrico.

L’abitazione è composta da due piani fuori terra e di un piano seminterrato.

Sup. utile: 648 x 0,5 = 324 mq/mq


Volume: 648 x 1,5 = 972 mc/mq

Area permeabile = 648 x 0,4 = 259,2 mq



  • Il piano seminterrato ospita un’ampia taverna, un locale garage per due autoveicoli, un locale caldaia e un locale lavanderia.

L’accesso è possibile attraverso la rampa esterna e tramite scala interna.

L’altezza del piano è di 2,40 m. di cui solo 1,47 m completamente interrato.

Per il piano sono previste piccole finestre di aerazione.

Superficie lorda del piano seminterrato: 121,47 mq



  • Il piano zero adibito ad ambulatorio/studio pediatrico ha una superficie calpestabile di  circa 61,69 mq, e vi si può accedere attraverso una porta situata in cucina che tramite un piccolo corridoio, fa accede direttamente all’ambulatorio (piano zero) munito di sala per le visite con bagno di servizio, sala d’attesa e bagno munito di tre servizi, uno dei quali per disabili conforme alla legge dell’abbattimento delle barriere architettoniche.

L’ingresso per i pazienti è previsto lungo la strada di prossima espropriazione (Via Col di Lana).



  • Il piano terra costituisce la zona giorno dell’abitazione.

Qui sono presenti l’ingresso, l’ampio soggiorno in cui si può trovare la zona pranzo e alla destra dell’ingresso una piccola zona studio, la cucina abitabile ha una porta che introduce in un piccolo corridoio direttamente comunicante con lo studio pediatrico. La zona giorno ospita inoltre la camera degli ospiti che si trova al di là della scala che ha il compito di separare le due zone, assicurando la giusta privacy.

L’altezza del piano è di 2,7 m.

Rapporto sup. utile / sup. finestrata>1/8

Superficie lorda del piano terra 121,47 mq





  • Il primo piano costituisce la zona notte.

Ci si accede attraverso la scala di collegamento tra piano terra e primo piano. Questa porta a un disimpegno centrale, che a sua volta conduce ad un ampio terrazzo di 14,76 mq e a tre camere da letto, due singole e una matrimoniale, tutte con annesso un bagno.

Rapporto sup. utile / sup. finestrata>1/8

Superficie lorda del primo piano, escluso il terrazzo: 70,71 mq



La copertura

La copertura sarà a due falde piane inclinate, con piani inclinati di circa 20° con manto di finitura in

Tegole marsigliesi, creando una intercapedine di aerazione, non praticabile, con l’ultimo solaio piano.

E' il tipo più tradizionale e maggiormente impiegato nelle coperture più semplici, largamente sperimentato e diffuso su ogni tipo di costruzione.
Grazie ai particolari incastri di sovrapposizione, consente una buona tenuta all'acqua e la possibilità di realizzare coperture con particolari conformazioni, anche leggermente ad arco

La posa in opera di questa tegola si esegue per file orizzontali successive, parallele alla linea di gronda.
La possibilità di posare queste tegole con i giunti sfasati facilita il maggior deflusso delle acque su tetti di grande superficie in quanto l'incastro aperto delle due tegole superiori va a cadere al centro della tegola sottostante.
Per realizzare un corretto sfasamento delle file, si utilizza il pezzo speciale mezza tegola, una fila si e una no, posto all'inizio della stessa.
Alcuni tipi di tegole marsigliesi possono essere posati anche in linea e quindi senza giunti sfalsati.


Cancello e Recinzione

Il cancello per le automobili e il cancelletto per l’entrata dell’abitazione e dello studio saranno in ferro battuto.

La recinzione sarà realizzata in calcestruzzo con lavorazioni in ferro battuto con fondazione di cls intonacato, l’altezza massima risulterà di circa 3 m.



CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE E DI PREVISIONE :

Strutturalmente l’edificio è progettato in modo da avere muratura perimetrale portante.

Sono stati calcolati pilastri interni, travi di spessore di solaio, plinti, solai in travetti e pignatte e fondazione continua.

Il corpo di fabbrica sarà, inoltre, munito delle seguenti rifiniture :        

  • L’intonaco esterno sarà realizzato in malta bastarda di calce;
  • I blocchi utilizzati per la muratura portante sono blocchi di laterizio tipo NORMATRIS S32;
  • L’intonaco interno sarà di malta bastarda di calce e gesso;
  • I serramenti esterni saranno in legno con persiane esterne fissaggio in lamiera zincata ;
  • impermeabilizzazione della copertura costituita da guaina bituminosa;
  • Per la pavimentazione verranno utilizzate piastrelle in gres sia per il locale seminterrato sia per gli altri due livelli;
  • pavimenti dei vani abitabili del P.S., P.T. e P.1° saranno in gres, e il rivestimento delle pareti per i bagni saranno in ceramica;
  • sanitari in porcellana con rubinetteria in acciaio satinato;
  • impianto idrico ed elettrico sotto-traccia a norme CEI (L.46/90), da certificare da parte dell’installatore;
  • Porta d’ingresso blindata in legno;
  • Il progetto dell’edificio inoltre rispetta nel suo complesso le norme per l’abbattimento delle barriere architettoniche, (L. 9/01/1989 n. 13 e succ. agg.);

MATERIALI PER LA STRUTTURA

Premessa: ogni materiale scelta per la struttura è accompagnato da certificazioni di qualità e rispettano i requisiti di idoneità alle normative vigenti per quanto concerne il campo delle costruzioni.


POROTON

E’un laterizio per murature il cui impasto cotto è alleggerito con alveoli sferici, ottenuti additivando all’argilla cruda, prima della fase di formatura, una ben determinata quantità di polistirolo, appositamente espanso in forma di piccole sfere di diametro compreso tra 1 e 2 mm. La parete in POROTON® abbina ad una buona resistenza termica ottime doti di inerzia termica (smorzamento e sfasamento) e di salubrità ambientale, fattori ottenibili solo con pareti dotate di una massa adeguata.
La muratura in POROTON si esegue normalmente senza particolari accorgimenti e senza l’impiego di manodopera specializzata.

Le grandi dimensioni del blocco consentono una rapida messa in posa.

L’orientamento verticale della foratura assieme alla fitta trama di fori di ridotte dimensioni e alla rugosità del materiale, forniscono ulteriori vantaggi quali:

Una perfetta sigillatura dei giunti verticali;

Un eccellente legame fra i corsi;

Facilità di posa dell’intonaco.

La gamma di tipologie comprende:

Blocco 800 destinato prevalentemente a murature portanti; blocco 700, più leggero, usato generalmente come tamponamento; blocco a incastro analogo al 700 ma con un incastro che elimina parzialmente il       giunto verticale di malta.

La resistenza termica della parete POROTON®, corrisponde a quella di progetto e si mantiene costante nel tempo: un vantaggio ed una garanzia per il progettista che influisce sui consumi energetici e migliora il benessere abitativo permettendo nello       stesso tempo di ridurre i costi di costruzione.


Caratteristiche tecnico-prestazionali

I blocchi sono genericamente di grandi dimensioni e presentano altezze variabili tra i 16 cm e i 25 cm.

Il formato più diffuso misura in pianta cm 25x30 ma la produzione prevede blocchi di ancor maggiori dimensioni.

Il peso è di 800kg/m3 per  il “tipo 800” e 700kg/m3 per il “tipo 700”.

La resistenza media a compressione della muratura realizzata con blocchi Poroton è di 50kg cmq (5 Mpa).

Conducibilità termica equivalente è di 0.24 Kcal m2 h °C (0.279 W/m3 °C).

Indice di attenuazione a 500 Hz è di 44-48 db (parete da 30cm).

Resistenza al fuoco: 180 minuti (REI 180 classe D).


Dimensioni POROTON® Termico



Disponibilità misure

S x H x L

Peso kg

Poroton® 700 liscio

30x25x25





Intonaci

Sia all’interno che all’esterno si è utilizzato un intonaco ISOLTECO, intonaco a cappotto, in grado di isolare e impermeabilizzare nello stesso tempo.

Caratteristiche

E’ un intonaco che permette di isolare termicamente ogni tipo di edificio e consente di realizzare con un solo procedimento il rinnovamento, l’isolamento e l’impermeabilizzazione dei muri di facciata. Indifferentemente dalla destinazione dell’edificio, ad uso abitativo o industriale, questo intonaco può essere applicato indifferentemente all’interno o all’esterno, su muri, soffitti e solai.


Le reti di rinforzo largamente utilizzate per l’isolamento degli edifici di nuova progettazione e per le ristrutturazioni di edifici già esistenti, sono ottenute per tessitura di filati di vetro, e trattate con resine antialcaline. La loro funzione è quella di conferire al sistema un'adeguata capacità di contenere nel tempo i movimenti del materiale isolante dovuti a escursioni termiche o a fenomeni di ritiro, prevenendo la formazione di crepe o cavillature.

Vantaggi dell’uso delle rete in fibra di vetro nell’isolamento a cappotto:

convenienza rispetto ai tradizionali interventi di manutenzione;

riduzione degli spessori delle pareti;

isolamento elettrico ed elettromagnetico;

eliminazione delle patologie del fabbricato (fessurazioni, crepe);

resistenza alle aggressioni chimiche del cemento e agli agenti atmosferici;

resistenza chimica in ambienti umidi e salmastri.


Applicazione di rete in fibra di vetro        Intelaiatura di una porta

da intonaco nell'isolamento a cappotto.                  scorrevole



ESTERNO

La cancellata sarà realizzata in ferro battuto, verniciato e zincato per mantenere inalterate nel tempo le caratteristiche di bellezza e solidità.

La pavimentazione esterna è costituita da pietrame di basalto e calcareo

 
La pavimentazione esterna proposta è ideale per conciliare l’utilizzo carrabile di spazi verdi, soprattutto in presenza di pendenze ed è stato opportunamente lavorato e dimensionato per essere posato su un sottofondo di sostegno tale da sopportare i carichi dei mezzi.

RIVESTIMENTI

I rivestimenti saranno compresi di fornitura e posati a colla:

Per i rivestimenti sarà utilizzato un rivestimento con piastrelle in ceramica che svolgono anche la funzione di arredo per il locale di destinazione, la cucina un rivestimento in piastrelle in gres porcellanato 10,8x10,8 posate con fuga fino ad un’altezza di 2.10 m.

Per il bagno si è utilizzato un rivestimento  in gres porcellanato 24x33,3 posate con fuga ad un’altezza di 2,10 m

Infine anche per il primo piano sarà utilizzata una pavimentazione in gres porcellanato, classico e facile da combinare con l’arredo.





Le Crete

Particolare rivestimento bagno in gres porcellanato


 

Particolare rivestimento cucina in gres porcellanato 

 




SERRAMENTI:

I serramenti utilizzati sono tutti in legno, con vetri che garantiscono un isolamento termico e acustico proveniente dall’esterno maggiore. Quindi:

BASSA CONDUCIBILITA’ TERMICA, per cui anche a basse temperature esterne, non causa condensa grazie al consistente spessore delle varie camere interne alla sezione del profilo.

BASSA CONDUCIBILITA’ ACUSTICA, che favorisce la protezione dai rumori esterni, perché trattasi di un serramento che arresta le onde sonore.










Scarica gratis Relazione tecnica illustrativa - Costruzione di un nuovo edificio a destinazione abitativa con annesso studio medico pediatrico
Appunti su: relazione tecnica di un edificio nuova costruzione, relazione tecnica intonaco a cappotto, relazione tecnica illustrativa costruzione fabbricato in muratura cin blocchi a tre piani, relazione tecnica illustrativa costruzione nouvo edificio ad uso abitativa, relazione tecnica illustrativa nuovo edificio a scopo abitativo,










Accedi al tuo account
Scarica 100% gratis e Invia appunti, tesine, riassunti

Registrati ora Password dimenticata?
  • Appunti superiori
  • In questa sezione troverai sunti esame, dispense, appunti universitari, esercitazioni e tesi, suddivisi per le principali facoltà.
  • Università
  • Appunti, dispense, esercitazioni, riassunti direttamente dalla tua aula Universitaria
  • all'Informatica
  • Introduzione all'Informatica, Information and Comunication Tecnology, componenti del computer, software, hardware ...

Appunti Architettura Architettura
Tesine Finanza banche Finanza banche
    Lezioni Economia Economia