Appunti per Scuola e Università
Umanistiche
Appunti e tesine di tutte le materie per gli studenti delle scuole medie riguardanti le materie umanistiche: dall'italiano alla storia riguardanti le materie umanistiche: dall'italiano alla storia 
Scientifiche
Appunti, analisi, compresione per le scuole medie suddivisi per materie scientifiche, per ognuna troverai appunti, dispense, esercitazioni, tesi e riassunti in download.
Tecniche
Gli appunti, le tesine e riassunti di tecnica amministrativa, ingegneria tecnico, costruzione. Tutti gli appunti di AppuntiMania.com gratis!
Appunti
superiori
Abbigliamento modaAnimali UccelliArte culturaBellezzaBiologia
CommercioFilm fotoGeografiaGiornalismo stampaLogica
NutrizionePittura disegnoPoesiaPsicologia psichiatriaVigneto


AppuntiMania.com » Superiori » Appunti di Geografia » Clima equatoriale

Clima equatoriale




Visite: 1100Gradito: [ Picolo appunti ]
Leggi anche appunti:

La dinamica della litosfera


La dinamica della litosfera la densita' media della terra e' 5,5 . le rocce

Kazakistan, o Kazahstan


Kazakistan, o Kazahstan Repubblica (Kazak Respublikasy) dell'Asia centrale.

Emilia Romagna


Emilia Romagna Territorio: l’Emilia-Romagna è situata nell’Italia centro-settentrionale,



Scarica gratis Clima equatoriale

Clima equatoriale


Il clima equatoriale è caratterizzato da una temperatura media annua elevata e da una abbondante piovosità. Interessa la fascia fra il 12° parallelo nord e sud e alcune regioni più vicine ai tropici. A questo clima corrisponde un ambiente naturale chiamateForeste equatoriali pluviali: si estendono nelle regioni situate in prossimità dell'equatore, principalmente nei bacini idrografici dell'Africa centrale e dell'Amazzonia. Le piante sono molto rigogliose, a causa del clima caldo-umido che caratterizza queste regioni: la caduta e la ricrescita delle foglie è continua nel corso dell'anno. Sono caratterizzate da un gran numero di specie vegetali, tra cui alberi molto alti, dal tronco liscio e foglie semplici, e da uno strato fittamente intrecciato di piante erbacee, come le orchidee e le felci, e rampicanti.



L'intervento dell'uomo influisce notevolmente sull'integrità delle foreste pluviali. I cicloni, gli incendi forestali, le malattie, le erosioni del terreno e tutti gli altri fattori naturali incidono in maniera minima rispetto al diboscamento, che l'uomo attua sempre più massicciamente per costruire nuove strade, per estrarre minerali o per creare nuovi terreni per pascoli e coltivazioni. Spesso viene praticato il sistematico diboscamento di piccole aree, che vengono poi abbandonate dopo due o tre anni di coltivazione, ovvero non appena le sostanze nutritive del suolo si esauriscono: malgrado queste aree, una volta abbandonate, tornino velocemente a ricoprirsi di vegetazione spontanea, la foresta non riuscirà probabilmente a recuperare il suo aspetto originario se non dopo alcune centinaia d'anni. l'estinzione di varie specie di animali e il riscaldamento del globo (dovuto all'incremento d'anidride carbonica) sono le conseguenze più preoccupanti della distruzione delle foreste pluviali.

Clima tropicale. Nelle fasce comprese tra i tropici e la regione equatoriale rimane la temperatura elevata durante tutto l’anno; si alternano due stagioni: una piovosa d’estate e una asciutta d’inverno. E’ forte l’influenza dai venti, periodici o costanti, che soffiano tra gli oceani e le terre emerse. Il clima dell’Asia meridionale è caratterizzato dalla presenza dei monsoni, che sono dei venti che spirano dall’oceano verso la terra in estate, e portano umidità quindi precipitazioni; e d’inverno secco e freddo e costituisce a creare un clima temperato. Gli alisei sono dei venti che spirano sugli oceani della zona tropicale verso l’equatore portando piogge lungo i litorali, e gli inverni sono secchi e freschi. A questa temperatura è presente la foresta e la savana e la Steppa. La foresta tropicale è più discontinua rispetto a quella equatoriale: alle zone di fitta vegetazione si alternano radure e zone con alberi di basso fusto; il sottobosco è abbastanza sviluppato; tra la vegetazione vivono animali predatori come la tigre. La Savana è caratterizzata da praterie disseminate di cespugli e di radi alberi di varie dimensioni. È determinata da particolari condizioni del suolo, da periodici incendi (causati da fulmini o dall'intervento umano) oppure dalle condizioni climatiche

I climi aridi. Le regioni che si trovano fino al 60 parallelo nord e sud. Si possono distinguere aree desertiche calde e fredde e aree coperte da steppe e praterie. I deserti caldi si trovando tra il 15° e 30° parallelo, in queste regioni le piogge sono molto rare. Notevole sono le escursioni tra il giorno e la notte. Di giorno la temperatura può raggiungere i 40° mentre di notte scende bruscamente. La possibilità di vita animale e vegetale è ridotta al minimo, abbiamo la presenza di oasi. L'eccessivo sfruttamento dei terreni da pascolo è una delle cause principali della desertificazione, è sostanzialmente un processo di progressiva riduzione della capacità degli ecosistemi di sostenere la vita animale e vegetale.

Deserti freddi si trovano anche a latitudini medio alte fino ai 60° all’interno dei continenti o al riparo di catene montuose elevate. All’aridità si uniscono temperature molto basse, notevole è l’escursione termica. Le precipitazioni sono più presenti nei periodi invernali quando cadono sotto forma di neve. Li troviamo nel altopiano Tibetano e nell’Altopiano del Colorado. A questo clima corrispondono steppa e prateria costituite da graminacee e arbusti nani.dove le piogge sono più frequenti si sviluppano le praterie, distese di erbe folte. La fauna è costituita da erbivori e carnivori come il lupo.

I climi temperati. Questi sono soliti delle latitudini medie, e sono caratterizzate da estati calde e inverni freddi. Si possono distinguere tre tipi di clima:

Clima subtropicale umido: tra il 20° e il 35° parallelo. Inverno fresco e secco, estate calda e umida spesso influenzate dai monsoni. La temperature scende d’inverno sotto i 10° e sale d’estate sopra i 40°.

Clima mediterraneo è caratterizzato da temperature medie ed elevate in estate, ed inverni miti, le precipitazioni sono concentrati nei mesi invernali. La vegetazione tipica è la macchia mediterranea.

Clima temperato fresco oceanico: presente nelle regioni tra il 35° e 60° parallelo. Sono caratterizzate da inverni miti ed estati fresche con piogge frequenti. La vegetazione è costituita da brughiera e foreste di latifoglie.



Foreste decidue o caducifoglie delle regioni temperate: sono la tipica formazione di gran parte delle foreste dell'Europa e della fascia atlantica dell'America settentrionale. Ne esistono due sottotipi: le foreste situate alla stessa latitudine nei due diversi emisferi sono infatti notevolmente differenti. Il motivo è il diverso tipo di clima: continentale nell'emisfero boreale e oceanico nell'emisfero australe. Anch’esse come le foreste degli altri ambienti sono sotto la continua minaccia dell’uomo rendendo povero il terreno e arido. Ma è anche la distribuzione di un anello che fa parte di una catena che è quella dei cicli vegetali e tutto ciò che ne deriva.

I climi freddi È presente nelle regioni poste ad alte latitudini, e si presentano diversi tipi di clima:

Temperato freddo continentale: presente nell’emisfero boreale tra i 45° e 70°. Le temperature medie sono di circa 10 gradi nel periodo più caldi, e poco superiori allo 0 in quello più freddo. Le precipitazioni sono frequenti. Questo clima è caratterizzato da praterie e foreste di latifoglie, la taiga di alberi sempre verdi. Nella taiga vivono ermellini, zibellini, volpi……

Clima subpolare: nelle regioni artiche oltre il 70° parallelo, la temperatura non scende sotto lo 0 e non sale sopra i 10°. Ampie zone sono interessate da permafrost. Nei lunghi mesi invernali il terreno gela, durante le brevi estati il terreno si scongela in superficie e favoriscono lo sviluppo della tundra, costituita da muschi e arbusti. È diffusa la renna, il caribù.

Le calotte polari: le calotte glaciali della Groelandia e dell’Antartide e nella vasta area del mar glaciale artico sono caratterizzate da un clima polare. Le temperature oscillano fra i –20 e i –65, con punte di – 90. è ricco di pesci e placton.

L’ambiente polare è certamente l’ambiente che caratterizza queste zone. La maggiori terre ghiacciate presenti nella terra sono localizzate soprattutto nei due poli Geografici. Antartide situato nel polo sud è prevalentemente formato da un altopiano, il suo ambiente è assai inospitale infatti si sono registrate le temperature più basse del globo. La poca vegetazione è costituita da muschi e licheni. La fauna è molto ricca, molte specie di animali, soprattutto marine, sono in pericolo poiché l’uomo preleva in maniera smisurata dal mare tonnellate di Krill e Balene per farne uso commerciale (Oriente).

Gli ambienti di alta montagna: le aree montuose e li altopiani hanno un clima freddo, con l’aumentare dell’altitudine la temperatura diminuisce

















Scarica gratis Clima equatoriale
Appunti su: clima equatoriale, come influisce l60uomo nel clima equatoriale,







Accedi al tuo account
Scarica 100% gratis e Invia appunti, tesine, riassunti

Registrati ora Password dimenticata?
  • Appunti superiori
  • In questa sezione troverai sunti esame, dispense, appunti universitari, esercitazioni e tesi, suddivisi per le principali facoltà.
  • Università
  • Appunti, dispense, esercitazioni, riassunti direttamente dalla tua aula Universitaria
  • all'Informatica
  • Introduzione all'Informatica, Information and Comunication Tecnology, componenti del computer, software, hardware ...

Appunti Agricoltura agraria Agricoltura agraria
Tesine Meteorologia Meteorologia
    Lezioni Idrologia Idrologia