Appunti per Scuola e Università
Umanistiche
Appunti e tesine di tutte le materie per gli studenti delle scuole medie riguardanti le materie umanistiche: dall'italiano alla storia riguardanti le materie umanistiche: dall'italiano alla storia 
Scientifiche
Appunti, analisi, compresione per le scuole medie suddivisi per materie scientifiche, per ognuna troverai appunti, dispense, esercitazioni, tesi e riassunti in download.
Tecniche
Gli appunti, le tesine e riassunti di tecnica amministrativa, ingegneria tecnico, costruzione. Tutti gli appunti di AppuntiMania.com gratis!
Appunti
universita
Amministratori Archeologia Commodities Contabilita Diritto
Finanza banche Geologia Gestione Idrologia Marketing
Medicina Meteorologia Musica Ricerche Scienze politiche
Silvicoltura Turismo


AppuntiMania.com » Universita » Appunti di Idrologia » Settore termale

Settore termale




Visite: 781Gradito: [ Picolo appunti ]
Leggi anche appunti:

Sistemazioni non convenzionali a basso impatto ambientale : le rampe in massi


Sistemazioni non convenzionali a  basso impatto ambientale : le rampe in massi Le

Caratteristiche generali delle casse di espansione


Caratteristiche generali delle casse di espansione Come evidenziato

Tipologie di intervento per la riduzione del rischio idraulico previsti dal Piano


Tipologie di intervento per la riduzione del rischio idraulico previsti dal Piano Nel



Scarica gratis Settore termale

SETTORE TERMALE



1.1      DEFINIZIONE

Il settore termale è dato da un insieme di aziende che erogano servizi termali nell’ambito dei rispettivi stabilimenti.

Lazienda termale invece si configura come azienda ai sensi dell’art.2555 del codice civile1. Per lapertura e l’esercizio di stabilimenti termali essa necessita di un’apposita autorizzazione sanitaria ai sensi dell’art.194

R.D. n.1265 del 1934 indicato anche T.U. in materia sanitaria.

La definizione relativa allo stabilimento termale di cui all’art. 3 della legge 323 del 2000 denominata anche di riordino del settore termale riguarda i requisiti che uno spazio, in cui è svolta lattività termale, deve possedere.

Loggetto dell’attività termale è dato dal trattamento termale. Esso racchiude dentro di due concetti che prima erano separati. Fino allemanazione della legge di riordino del settore termale veniva operata la distinzione tra servizi propriamente termali e quelli benessere (ludici o estetici in alternativa). Oggi vi è la tendenza, grazie anche al provvedimento legislativo di cui prima, ad unire i due aspetti secondo la visione olistica in un solo termine servizio termale ma a condizione di essere erogati in ambiente termale. Sostanzialmente il benessere che era considerato soltanto un trattamento estetico diventa cura termale a pagamento non convenzionata con il SSN. Sulla base di quest’ultimo approccio interpretativo tutti quei servizi di cure sia di stampo tradizionale (cure mediche) che ludico-estetico rientrano nell’ambito del concetto di trattamento termale purché effettuati presso omonimi stabilimenti. Tali trattamenti sono altre definiti termali in quanto apportano benefici all’equilibrio psico-fisico dagli individui. Hanno quindi quella funzione di pubblica utilità finalizzata alla tutela della salute collettiva attraverso la prevenzione e la cura. Motivo per cui, come vedremo di seguito, il SSN riconosce alcune tra tali cure (in particolare quelle tradizionali ad eccezione quindi dei trattamenti benessere o estetici) e ne garantisce la fruizione sostenendone una quota di costo a proprio carico mentre la differenza la paga il cittadino tramite l’esborso del ticket.

Tornando al concetto di settore esso rappresenta un aggregato di aziende aventi in comune il medesimo oggetto dattività ed una struttura di costi similare. In realtà nel caso del settore termale ciò è in parte vero per il segmento tradizionale la cui struttura dei costi rimane piuttosto simile in tutte le aziende mentre nell’ambito del segmento benessere la struttura dei costi può subire delle variazioni a seconda della disomogenei nell’ambito dei servizi offerti. Questa diversi dei servizi che si riflette nella struttura dei costi conduce a delle difficoltà in sede di confronti tra aziende pur appartenenti al medesimo settore. Essi potrebbero essere possibili lavorando con approccio sistemico a livello di settore attraverso la condivisione dei dati relativi ai trattamenti benessere. Come vedremo in seguito un buon sistema informativo ed un gestionale come sistema gestione qualità sono in grado di soddisfare tali pretese con il conseguimento di ottimizzazioni in termini di risultati complessivi in seno allorganizzazione.

Un elemento che caratterizza il settore termale quindi è la sua distribuzione in due segmenti: uno definito termale o anche tradizionale l’altro benessere. Questultimo comprende i trattamenti estetici e quelli ludici che pertanto sono definiti termali in quanto erogati nell’ambiente termale anche senza il necessario utilizzo di elementi specifici quali le acque termali, fanghi, sali, grotte con sorgenti oppure nebulizzazioni. Il requisito per l’accreditamento del termine è l’effettuazione dei servizi presso stabilimenti termali che per svolgere la propria attività necessitano di apposita autorizzazione rilasciata a livello regionale.

1.2      INQUADRAMENTO NORMATIVO




Dal punto di vista normativo le fonti cui fare riferimento per la regolamentazione sia delle sorgenti che dell’attività termale sono strutturabili secondo una logica gerarchica. Abbiamo in effetti una normativa operante su diversi piani:

-    Nazionale:

1.   L.323 24 ottobre 2000 di riordino del settore termale. In base a tale legge le cure termali sono erogate esclusivamente nelle aziende che hanno le seguenti caratteristiche:

a.   sono in regola con la concessione mineraria per lo sfruttamento delle acque minerali;

b.  utilizzano, essendo titolari dello sfruttamento delle acque termali, elementi con riconosciute proprietà terapeutiche (minerali e termali, fanghi, muffe, nebulizzazioni, stufe naturali o artificiali);

c.   sono in possesso di autorizzazione regionale regolarmente rilasciata ex art. 43 Legge n.833/78;

d.   Rispondono ai requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi definiti ai sensi dell’art. 8 c.4 del D.lgs.n.502/1992 e successive modifiche (Riordino della disciplina in materia sanitaria);


2.   L.833 23 dicembre 1978 di istituzione del servizio sanitario nazionale (SSN). Limportanza di questo intervento normativo risiede nel fatto che le prestazioni termali vengano affiancate a quelle sanitarie erogate a carico del SSN allo scopo del perseguimento dell’attivi di tutela generale della salute sancita dalla Costituzione. Il D.M. 19 maggio 1986 definisce lo schema tipo di convenzione tra azienda termale e ASL;

3.   R.D. n.1265 27 luglio 1934: T.U. delle leggi sanitarie;

4.   R.D. n.1924 28 settembre 1919: regolamento per l’esecuzione del Capo IV della legge 16 luglio 1916, n.9472, contenente disposizioni sulle acque minerali e gli stabilimenti termali, idroponici e di cure fisiche affini3;

-    Accordo Stato Regioni - Associazione di categoria Federterme: in materia di requisiti minimi strutturali tecnologici ed organizzativi per autorizzazione dell’apertura e dell’esercizio degli stabilimenti;

-     Accordo Stato – Regioni: 16 gennaio 2003 per quanto attiene i criteri igienico sanitari e parametri strutturali e gestionali per la costruzione, manutenzione e vigilanza delle piscine ad uso natatorio;

-     Regione Toscana: L.R. n.38 del 27 luglio 2004 in materia di acque minerali e termali;

-     Regione Toscana: Regolamento dattuazione della L.R.38/2004 del 24 marzo 2009.

Per la legislazione a livello regionale è importante precisare la separazione optata dal legislatore in merito alla disciplina di ricerca, coltivazione ed utilizzo delle acque minerali di sorgente e termali da un lato e la regolazione delle attività termali dall’altro.

1.3     REGIME TARIFFARIO DELLE CURE TERMALI

La distinzione tra trattamenti benessere e termali è importante ai fini del regime tariffario applicato. I servizi erogati nel primo caso sono totalmente a carico del fruitore ovvero a pagamento mentre nel secondo il regime operante è quello della convenzione con il SSN. Il consumatore finale sostiene soltanto una quota della spesa sanitaria (il cosiddetto ticket che può essere pari a 3,10 o in alternativa 50,00 euro)

oppure  effettua  le  cure  gratuitamente  sulla  base  dell’esenzione  dal  ticket  (sotto  certe  condizioni  di carattere soggettivo che riguardano l’e e il reddito). Il soggetti possono beneficiare di un solo ciclo di cure termali nel corso dellesercizio solare dietro il rilascio della ricetta rilasciata da parte del proprio medico curante oppure uno specialista.  Nel caso il trattamento debba essere ripetuto oppure vi è semplicemente la volon di farlo è sufficiente acquistare dietro pagamento di regolare prezzo la cura desiderata.


Scarica gratis Settore termale
Appunti su:







Accedi al tuo account
Scarica 100% gratis e Invia appunti, tesine, riassunti

Registrati ora Password dimenticata?
  • Appunti superiori
  • In questa sezione troverai sunti esame, dispense, appunti universitari, esercitazioni e tesi, suddivisi per le principali facoltà.
  • Università
  • Appunti, dispense, esercitazioni, riassunti direttamente dalla tua aula Universitaria
  • all'Informatica
  • Introduzione all'Informatica, Information and Comunication Tecnology, componenti del computer, software, hardware ...

Appunti Aeronautica Aeronautica
Tesine Geografia Geografia
Lezioni Silvicoltura Silvicoltura