Appunti per Scuola e Università
Umanistiche
Appunti e tesine di tutte le materie per gli studenti delle scuole medie riguardanti le materie umanistiche: dall'italiano alla storia riguardanti le materie umanistiche: dall'italiano alla storia 
Scientifiche
Appunti, analisi, compresione per le scuole medie suddivisi per materie scientifiche, per ognuna troverai appunti, dispense, esercitazioni, tesi e riassunti in download.
Tecniche
Gli appunti, le tesine e riassunti di tecnica amministrativa, ingegneria tecnico, costruzione. Tutti gli appunti di AppuntiMania.com gratis!
Appunti
umanistiche
Bambini Comunicazione Comunicazioni Ecologia ambiente Educazione pedagogia
Etica moralita Francese Gioco Grammatica Inglese
Latino Letteratura italiano Personalita Portoghese Risorse umane
Sociologia Spagnolo Storia Tedesco


AppuntiMania.com » Umanistiche » Appunti di Ecologia ambiente » 1985 - 1986 Chernobyl

1985 - 1986 Chernobyl




Visite: 1471Gradito: [ Picolo appunti ]
Leggi anche appunti:

Globalizzazione, rischio e tutela ambientale


GLOBALIZZAZIONE, RISCHIO E TUTELA AMBIENTALE Epoca moderna e postmoderna Globalizzazione

Caratterizzazione dei metalli pesanti e degli elementi in tracce


CARATTERIZZAZIONE DEI METALLI PESANTI E DEGLI ELEMENTI IN TRACCE. PROPRIETA’ CHIMICHE

Acqua: silenziosa risorsa maltrattata


Acqua: silenziosa risorsa maltrattata Con l'acqua abbiamo un contatto



Scarica gratis 1985 - 1986 Chernobyl

1985 - 1986 Chernobyl

                             




Negli anni in cui a Washington nasce il “movimento” degli emo (1985), a livello storico è presente la perestroika di Gorbačëv.

progetto di riforma dell’URSS

 



rilancio dell’attività economica

 

effetti economici negativi

 

liberalizzazione del commercio estero

 

forme di autonomia dell’attività economica

 
                                                                         


L’affermazione del presidente americano Reagan secondo cui l’URSS rappresentava “l’impero del male”, con un organizzazione rigida e immodificabile, mostra quale fosse la profonda frattura che si era prodotta con gli Stati Uniti.

Riprese così la corsa agli armamenti che negli anni precedenti aveva subito un rallentamento.

Nella seconda metà degli anni ’80, emersero fattori che mutarono la situazione.

Uno di questi fattori fu l’ascesa al potere di Michail Gorbačëv, esponente del partito riformista, l’11 marzo 1985.

 LA NUOVA POLITICA DI GORBACEV.

Gorbačëv, basò la sua nuova politica su alcuni importanti punti:

*   SPESE MILITARI: era il problema principale dell’economia sovietica, che effettuava sproporzionati investimenti negli armamenti;

Il suo primo obiettivo era di dirottare le risorse a:

-   consumi interni;

-   riorganizzazione del sistema produttivo;

Occoreva però:

-   cessare la competizione con gli USA;

-   avviare una fase di relazioni pacifiche;

*   DIALOGO CON GLI STATI UNITI: nel giro di pochi mesi dalla sua elezione Gorbačëv, insieme al ministro degli esteri georgiano Eduard Shevardnadze, mutò gli orientamenti della politica estera, tradizionalmente basata sulla competizione militare con l’Occidente;

ERA UNA DICHIARAZIONE di RESA: dopo quarant’anni di guerra fredda con l’URSS, doveva dichiararsi sconfitta.

Inaugurò quindi una stagione di disarmo!!

Reagan & Gorbačëv decisero lo smantellamento dei grandi sistemi missilistici.

Le due grandi potenze stabilivano così la riduzione degli arsenali militari, concludendo così l’epoca della guerra fredda, aprendo una nuova era, fondata su un nuovo ordine internazionale, nel quale gli strumenti principali era la cooperazione.

Gorbaciov, insieme al ministro degli esteri Ševardnadze, conseguì il ritiro delle truppe sovietiche dall'Afghanistan e nell’ ‘88 Gorbačëv assunse la carica di capo dello Stato.

Il 15 marzo 1990 il Congresso dei rappresentanti del popolo dell'URSS (il primo parlamento) elegge Gorbačëv presidente dell'Unione Sovietica e il 15 ottobre gli viene assegnato il Premio Nobel per la Pace.



In politica interna, si avvale di una logica tra conservatori e riformatori da lui stesso guidata per e portare il Paese ad un progresso democratico. Ma nel 1988-89 si ebbero i primi moti nazionalisti nel Caucaso e nei Paesi baltici producendo reazioni militari violente. Boris Yeltsin prima viene eletto Presidente della Repubblica russa e poi abbandona il PCUS.

Nel ‘91 i comunisti conservatori tentarono un colpo di Stato: nonostante il fatto che Gorbačëv ne fosse stato la prima vittima, essendo rimasto recluso per tre giorni nella villa presidenziale in Crimea, gli fu contestato da Yeltsin.

ll partito Comunista venne messo al bando e i suoi beni confiscati. Il 25 dicembre 1991 Gorbačëv rassegna le sue dimissioni da Capo dello Stato: poche settimane prima, l'8 dicembre 1991 i presidenti di Russia, Ucraina e Bielorussia avevano firmato a Belavezha il trattato che sanciva la dissoluzione dello Stato sovietico.

CHERNOBYL

Negli anni in cui a Washington nasce il “movimento” degli emo (1985), ci soffermiamo su un particolare evento storico: il più grave disastro nucleare a Chernobyl.

Il 26 aprile 1986 nella centrale nucleare di Chernobyl accade il più grave disastro nucleare di sempre.

Una serie di errate comunicazioni e di errori umani culminano nella fusione del nocciolo del reattore quattro.

E’ la notte tra il 25 e il 26 aprile 1986, quando alcuni tecnici nella centrale nucleare di Chernobyl, tra l’Ucraina e la Bielorussia, stanno compiendo degli esperimenti al reattore nucleare numero 4. Alle 1:23 il reattore si incendia, facendo esplodere l’intero edificio. E’ il più grave incidente nucleare della storia: si sprigiona nell’atmosfera una radioattività superiore a quella liberata dalle bombe di Hiroshima e Nagasaki.

Fu costruita nell'1983 ed utilizzava la grafite come conduttore.         

In questo tipo di reattore, se la temperatura sale in modo incontrollato, la grafite inizia reagire con l'acqua di raffreddamento. Il reattore fu portato a funzionare ad una potenza molto inferiore a quella di sicurezza, condizione in cui quel nucleo diveniva instabile.                                                                                               L’esplosione fu causata da reazioni fra sostanze chimiche innescate dalle elevatissime temperature raggiunte.

Alle ore 01:23 il reattore arrivò, nel giro di 20 secondi, a 100 volte la sua potenza nominale, era programmato il suo spegnimento per normali operazioni di manutenzione ed esplose: la grafite prese fuoco e si creò una colonna di fumo che trasportò in aria tonnellate di particolari radioattivi altamente nocivi (la contaminazione raggiunse anche l'Europa occidentale).

Cause

Riguardo le cause dell'incidente esistono due ipotesi contrastanti.                                

*Text Box:  
Furono condotti degli esperimenti sul reattore che provò la catastrofe: Per un semplice caso l'esplosione non fu di natura nucleare, ma solamente termica. 
Se fosse successo il contrario probabilmente l'Europa non sarebbe come la vediamo noi oggi e forse metà di essa 
non esisterebbe più. 
Per spiegare questo colpo di fortuna sono state formulate molte teorie, l'ultima delle quali vede come protagonisti  addirittura gli ufo. Sembrerebbe che alcuni testimoni abbiano notato degli oggetti stazionare sopra la centrale prima dell'incidente; Un testimone oculare, Mikhail Varitsky, afferma:'Io ed altre persone ci siamo recati sul luogo dell'incidente quella notte e abbiamo visto una sfera luminosa di circa 6-8 metri di diametro dalla quale uscivano dei raggi diretti verso il quarto reattore. Il tutto è durato quasi tre minuti'. Secondo i testimoni l'ufo avrebbe abbassato il livello di radioattività impedendo così che si verificasse un'esplosione nucleare. 
Ma questo non è stato l'unico episodio del genere verificatosi sulla centrale. 
A distanza di tre anni la dottoressa Gospina dichiara di aver visto un oggetto di color 'ambra' dai contorni molto ben definiti che sostava proprio sopra il quarto reattore.
Non è tutto: nell'ottobre del 1990 V. Navran, un reporter del quotidiano 'L'Eco di Chernobyl', fotografava il quarto 
reattore, compreso il buco al centro della cupola protettiva: 'Quando ho fotografato il tetto non ho visto nessun ufo, ma quando ho sviluppato il rullino ho notato un oggetto sopra la cupola.'.
la prima, pubblicata nel 1986 attribuiva tutta la responsabilità agli operatori dell'impianto;                        

*la seconda, pubblicata nel 1991, attribuiva l'incidente anche a debolezze del reattore;

Text Box: In Italia la concentrazione di Iodio rimase entro i limiti di sicurezza. La dose assorbita da noi italiani è stata equivalente a quella di una radiografia.
Per scrupolo venne proibito di nutrirsi di insalata, ortaggi, latte e la coltivazione, ma la radioattività di un chilo di lattuga non era pericolosa.
Inoltre gli operatori della centrale non erano a conoscenza dei problemi del reattore. Secondo uno di loro, i progettisti sapevano che il reattore era pericoloso in certe condizioni, ma nascosero intenzionalmente tale informazione. In aggiunta il personale dell'impianto era composto per la maggior parte da operatori non qualificati o con diverse esperienze rispetto al campo di cui essi si occupavano. In particolare gli operatori disattivarono i sistemi di sicurezza del reattore, che è proibito dai manuali operativi dell'impianto.

Gestione della crisi

Benché la situazione apparve nell'immediato critica, la città di Pripyat non venne evacuata immediatamente (notte del 27 aprile, fu detto ai cittadini di portare con sé pochi effetti personali, che sarebbero stati trasferiti in misura precauzionale e che in breve tempo avrebbero potuto far ritorno alle loro abitazioni.) e il governo Sovietico inizialmente cercò di tenere nascosta la notizia di un grave incidente nucleare. Sono stati gli svedesi, durante i controlli

delle loro centrali, ad accorgersi un aumento della radioattività nell’aria: solo allora le unità sovietiche hanno raccontato al mondo che cosa era successo.

Il reattore continuò a bruciare per giorni e venne spento con l'ausilio di elicotteri.




Oggi

La cosa incredibile è che l’impianto è stato dimesso soltanto il 15 Dicembre del 2000, con una cerimonia ufficiale del presidente ucraino Leonid Kučma, cessando definitivamente ogni attività.

I livelli di radioattività di intere aeree, sono ancora oggi di gran lunga sopra i livelli di sicurezza.        

Nel libro intitolato 'Chernobyl: the hidden legacy', l'autore, Pierpaolo Mittica, si e' recato nella zona di Chernobyl ed ha documentato qual'e' la situazione oggi nelle aree piu' colpite dalla contaminazione radioattiva: zone semi-deserte e devastante dalla sofferenza dei bambini malati nati dopo il disastro e delle loro famiglie, dei cosiddetti 'liquidatori' che da anni vengono incaricati di decontaminare l'area toccando e respirando terra e polvere radioattive senza alcuna protezione, delle persone che non hanno i mezzi economici per fuggire e vivono in zone radioattive dove e' ufficialmente vietato risiedere.

Conseguenze

A seguito di questo disastro, si sono verificati molti casi di

In seguito a questo disastro, si sono verificati moltissime malattie:  

*     disturbi mentali, battezzati con il nome di “radiofonia”;

*     sterilità;

*     aborti;                        

*     malformazioni;                                                                                  

*     tumori alla tiroide;

*     cancro;                                                                                                                                            

*     leucemie;       

*     mutazioni a flora e fauna, (ad esempio le rondini soffrono di malformazioni e albinismo.

Text Box: Per regalare ai bambini sopravvissuti un 'mese d'aria' pulita, non contaminata, sono state organizzate loro vacanze in paesi lontani da quella gabbia di morte.
Credo anche che sarebbe indispensabile organizzare 'vacanze' in Bielorussia per gli Italiani. Un piccolo aiuto in più per loro, una grande lezione di vita per noi. 

Le conseguenze sulla salute della popolazione sono enormi, in particolare sui bambini, che come vediamo nelle fotografia riportate nascono con malformazioni di varia origine.


Nessuna speranza che si rifletta sul disastro

perché la verità è che Chernobyl è nascosto dai loro e dai nostri occhi e quindi non c'è speranza di imparare dagli errori commessi. L'irresponsabilità degli ufficiali e dei progettisti dei nuovi reattori è incoraggiata dal fatto che nessuno è stato punito dopo l'incidente di Chernobyl. Ora fanno quello che hanno sempre fatto ma con più leggerezza e cinismo perché sanno che non saranno ritenuti responsabili per le loro azioni.

Scarica gratis 1985 - 1986 Chernobyl
Appunti su: chernobyl malformazioni,







Accedi al tuo account
Scarica 100% gratis e Invia appunti, tesine, riassunti

Registrati ora Password dimenticata?
  • Appunti superiori
  • In questa sezione troverai sunti esame, dispense, appunti universitari, esercitazioni e tesi, suddivisi per le principali facoltà.
  • Università
  • Appunti, dispense, esercitazioni, riassunti direttamente dalla tua aula Universitaria
  • all'Informatica
  • Introduzione all'Informatica, Information and Comunication Tecnology, componenti del computer, software, hardware ...

Appunti Idrologia Idrologia
Tesine Astronomia cosmologia Astronomia cosmologia
Lezioni Geografia Geografia