Appunti per Scuola e Università
Umanistiche
Appunti e tesine di tutte le materie per gli studenti delle scuole medie riguardanti le materie umanistiche: dall'italiano alla storia riguardanti le materie umanistiche: dall'italiano alla storia 
Scientifiche
Appunti, analisi, compresione per le scuole medie suddivisi per materie scientifiche, per ognuna troverai appunti, dispense, esercitazioni, tesi e riassunti in download.
Tecniche
Gli appunti, le tesine e riassunti di tecnica amministrativa, ingegneria tecnico, costruzione. Tutti gli appunti di AppuntiMania.com gratis!
Appunti
superiori
Abbigliamento moda Animali Uccelli Arte cultura Bellezza Biologia
Commercio Film foto Geografia Giornalismo stampa Logica
Nutrizione Pittura disegno Poesia Psicologia psichiatria Vigneto


AppuntiMania.com » Superiori » Appunti di Psicologia psichiatria » Il Disegno infantile

Il Disegno infantile




Visite: 549Gradito: [ Picolo appunti ]
Leggi anche appunti:

Depressione in gravidanza e nel postpartum


Introduzione La gravidanza, il parto e la maternità sono tra le esperienze

Erik Erikson


Erik Erikson È uno psicanalista del primo 900 nasce nel 1902 e muore nel

Le diverse tipologie di demenza


LE DIVERSE TIPOLOGIE DI DEMENZA Demenza: definizione Patologia i cui sintomi principali



Scarica gratis Il Disegno infantile

Il Disegno infantile

La teoria di Lowenfeld



Il disegno spontaneo è una delle manifestazioni universali della creatività umana. Nel disegno, svolgono un ruolo importante le abilità motorie,i meccanismi percettivi,la memoria, l’intelligenza, i processi motivazionali inconsci , la creatività , capacità di riorganizzare la realtà. Nel disegno il bambino proietta i suoi stati d’animo, i suoi bisogni , le sue paure , i suoi desideri. Tutti i bambini amano disegnare , il disegno è infatti per il bambino divertimento e gioco. Nel disegno è possibile cogliere, con chiarezza, i livelli di sviluppo del bambino,anche adesso l’abilità analitica e la preparazione di chi legge il disegno. Tra gli studi più interessanti del disegno infantile e adolescente, c’è quello di Lowenfeld,uno studioso di problemi psicologici. Nella sua opera “ Creatività e Sviluppo Mentale “distingue i seguenti stadi:

  1. Lo scarabocchio:Comprende l’età tra i 2 e 4 anni del bambino. Lo scarabocchio rappresenta il primo tentativo del bambino di lasciare un segno. Può essere molto importante per il bambino proprio perché è il suo primo simbolo di espressione, ma anche per l’adulto che può riconoscere coi segni il primo sforzo del bambino per esprimere se stesso. In questo stadio si distinguono due fasi: Quello dello scarabocchio disordinato e quello dello scarabocchio controllato . Nel primo i segni sono linee tracciate a caso con il mezzo grafico ( matita, pennarello…) afferrato saldamente con il palmo della mano. Il bambino è affascinato dai suoi scarabocchi e ne trae grande soddisfazione,senza voler rappresentare alcun immagine. Questa fase non prevede un controllo visivo da parte del bambino sui suoi segni, ma maturerà nella fase successiva nello scarabocchio controllato. Quando il bambino scoprirà che esiste un rapporto costante tra i suoi movimenti e i segni prodotti. A questo punto il bambino è in grado di controllare i segni lasciati dai suoi movimenti. Al bambino piace molto scarabocchiare ed occorre permettergli di operare in assoluta libertà. Ad un certo punto inizia a dare un nome allo scarabocchio, è un fatto importante, perché ci permette di capire che il bambino è in grado di connettere i segni prodotti col mondo circostante. In questa fase il bambino va affinando la capacità di coordinazione motoria, che lo porterà alla prima rappresentazione dell’ambiente.

  1. Stadio preschematico : Va dai 4 ai 7anni. È la fase che caratterizzata dalla creazione consapevole della forma. Questo significa che stà nascendo la vera rappresentazione, riferita ovviamente,agli oggetti concreti che il bambino vede. In questa fase non occorre badare alla qualità del disegno, ma favorire nel bambino un rapporto ,il più ricco possibile, con il proprio mondo. Solitamente il primo simbolo che rappresenta è quello dell’uomo.( Omino Testone / Polipo )che appare come un cerchio ( testa ) e due linee verticali o orizzontali ( gambe e corpo ). Questo tentativo rappresenta il primo sforzo per il bambino di rappresentare il suo ambiente di vita, ben presto i disegno si arricchirà di particolari che renderanno il bambino consapevole  di saper rappresentare le cose a proprio piacere e di poterle arricchire. Per quanto riguardo il disegno nello spazio, in questa fase, non si notano relazioni logiche tra i vari oggetti rappresentati.

  1. Stadio schematico : Va dai 7 ai 9 anni. Questo stadio è rappresentato dalla comparsa di schemi grafici ben definiti per ciascun oggetto. Gli schemi grafici sono strettamente correlati allo sviluppo intellettivo. In questo stadio appare la linea di base ( pavimento )come pure compare la linea del cielo Sempre in questo stadio che il bambino scopre una relazione fra colore e oggetto.

  1. Realismo nascente:Va dai 9 agli 11. Il bambino infatti  sviluppa una maggiore consapevolezza nei confronti del proprio ambiente matura un sempre maggiore interesse per le differenze di sesso ( pantalone –gonna) rappresentando la figura umana mostra questa maturazione globale. Abbandona la linea di base e scopre il piano ,abbandona la linea del cielo , anche se  non ha ancora acquisito ne la profondità ne la sovrapposizione. Il colore passa da un rigido rapporto oggetto- colore a una caratterizzazione del colore maggiormente emotiva.

  1. Periodo del ragionamento:Comprende il periodo tra gli 11 e i 13 anni. L’autore afferma che è questo il periodo più stimolante ma al tempo stesso costituisce l’ultima occasione per il ragazzo di riceverne l’istruzione artistica. È questa l’età dei grandi problemi pre adolescenziali che trovano riscontro nel disegno. In questo periodo le caratteristiche sessuali proprio per l’importanza che la sessualità assume in questo periodo sono esasperate e riflettono l’interesse che i preadolescenti hanno per il loro sviluppo fisico. In questo periodo i ragazzi tentano un sempre maggior grado di perfezione naturalistica nella riproduzione della figura umana  soprattutto per coloro che sono dotati di mentalità visiva. Coloro che non sono dotati di mentalità visiva, si soffermano sul disegno, sulle caratteristiche che lo colpiscono maggiormente dal punto di vista emozionale.

  1. periodo della decisione: Comprende l’età dell’adolescenza .Nel periodo dell’adolescenza si notano due tipi di espressione artistica:

®    il visivo à Prodotta dal disegnatore che si pone come uno spettatore. Gli occhi riproducono esattamente quello che vedono.




®    l’apticoà Quella di colui che è interessato alle proprie sensazioni ed emozioni. le caratteristiche formali del disegno sono una sintesi della comprensione emozionali di forma e struttura. L’arte aptica è essenzialmente soggettivo.

Tuttavia la maggior parte degli individui si colloca a metà tra questi due estremi.

IL DISEGNO COME TEST

 

Gli studiosi del disegno ritengono che il soggetto trasferisca nella produzione grafica e pittorica le conoscenze e le esperienze che via via va acquisendo oltre le caratteristiche della propria personalità. Fin dagli inizi dello sviluppo della psicologia scientifica infatti, il disegno è stato considerato uno strumento utilissimo per la comprensione di una parte delle caratteristiche intellettive del disegnatore e di quelle della sua personalità.

Per lo studio delle caratteristiche intellettive viene generalmente utilizzato il cosi detto “ test dell’omino “ .è un test che può essere usato sia coi bambini che con gli adulti. L’autrice , Goodenough afferma che esiste una correlazione tra : il disegno della figura umana e lo sviluppo intellettivo. In questa prova lo psicologo ha la possibilità di considerare la quantità e la ricchezza degli elementi presenti nel disegno per determinare il quoziente intellettivo dell’autore. Per lo studio della personalità possiamo utilizzare sempre lo stesso test che permette di analizzare il disegno , come indicato dall’autore Machouer ,secondo tre livelli:

o                Livello graficoà( riferimento all’indicazione di Goodenough )Si guarda la ricchezza di particolari. Esempio,se una persona adulta disegna un omino semplice può avere un ritardo mentale oppure una costrizione dell’Io.

o                Livello formaleàVengono analizzati vari aspetti:

1.) scelta del genere sessuale ( nel caso in cui il genere sessuale non corrisponda al genere sessuale del disegnatore si può dedurre che la persona comporta problemi di identità sessuale.

2.)Espressione della figura umana. La presenza di denti quando esprimono sorriso e braccia scostate dal corpo possono rappresentare aggressività. Un altro da valutare sono le dimensioni della figura rispetto al foglio. Se la figura disegnata è eccessivamente piccola rispetto allo spazio che il soggetto ha a disposizione vuol dire che il soggetto si sente isolato, inibito.( senso di inferiorità )à depressione.

Se la figura umana è grande ,ciò è indice di sicurezza, espansività , estroversione. Un altro elemento è la posizione. Parte sinistra del foglioà passato.;Parte destra à futuro. In altro àsognatore; bassoà realistica. La trasparenza e il disegno schematico rappresentano grandi problemi di strutturazione di personalità.

Scarica gratis Il Disegno infantile
Appunti su:







Accedi al tuo account
Scarica 100% gratis e Invia appunti, tesine, riassunti

Registrati ora Password dimenticata?
  • Appunti superiori
  • In questa sezione troverai sunti esame, dispense, appunti universitari, esercitazioni e tesi, suddivisi per le principali facoltà.
  • Università
  • Appunti, dispense, esercitazioni, riassunti direttamente dalla tua aula Universitaria
  • all'Informatica
  • Introduzione all'Informatica, Information and Comunication Tecnology, componenti del computer, software, hardware ...

Appunti Medicina Medicina
Tesine Logica Logica